Hands on ed Anteprime

Huawei svela le carte: ufficiali P20 e P20 Pro

Presentati a Parigi i nuovi smartphone top di gamma della società asiatica

P20 e P20 Pro dovevano essere, e P20 e P20 Pro sono stati. Poche sorprese durante l’evento di questo pomeriggio tenuto a Parigi da Huawei. La compagnia asiatica, di fatto, ha confermato in blocco tutte le indiscrezioni riguardanti i due smartphone top di gamma che erano emerse nelle scorse ore, e lo stesso vale per i prezzi dei due dispositivi che sono disponibili già da oggi in Europa rispettivamente a 899 e 649 Euro.

Huawei P20 Pro: il mondo in una tripla lente

Non possiamo non partire da Huawei P20 Pro, il vero top di gamma della società.

Ciò che salta immediatamente all’occhio è la tripla fotocamera (ovviamente targata Leica) montata sulla scocca posteriore. L’avanzato sistema di telecamere, secondo Huawei, garantisce fotografie significativamente migliori rispetto a qualsiasi altro smartphone attualmente presente sul mercato (primato, per altro, certificato anche da DxOMark).
La nuova tecnologia a tripla fotocamera cattura più luce, dettagli, anche in condizioni di scarsa luminosità grazie al 5x Hybrid Zoom, che si aggiunge alle funzioni di fotografia innovative come l’intelligenza artificiale che è in grado di garantire la stabilizzazione dell’immagine.
Alle numerose caratteristiche tecniche si aggiunge anche il sensore ad alta sensibilità in grado di catturare foto con poca luce fino ad ISO 102400.
La fotocamera frontale, montata anche sul modello “piccolo” è da ben 24 megapixel, con funzionalità d’IA ed una modalità Ritratto 3D che garantisce selfie eccezionali con varie regolazioni tonali.
Lo schermo, da 6,1 pollici OLED, è dotato di cornici ultrasottili ed ormai l’immancabile notch, figlio del trend cominciato da Apple con iPhone X ma che a differenza di quest’ultimo garantisce un rapporto schermo-corpo superiore aumentando la superficie “utile” del pannello frontale.

Huawei P20: il modello top, meno top

Discorso leggermente diverso per Huawei P20. Se i due smartphone condividono lo stesso processore Kirin 970, il sistema operativo Android 8.1 con EMUI 8.1 e la memoria interna da 128 gigabyte (non espandibile tramite microSD), per il resto della scheda tecnica le differenze sono sostanziali.

Huawei P20 infatti non include il sistema di tripla fotocamera che abbiamo visto sul “fratello maggiore”, ma nonostante ciò supporta comunque la stabilizzazione ottica su sei assi e la funzionalità che consente di registrare filmati in suepr slowmotion a 960fps. La configurazione fotografica di questo, però, è composta da una doppia lente: una da 12 megapixel con dimensioni dei pixel di 1.5μm, ed una lente monocromatica da 20 megapixel che comunque garantisce una resa in condizioni di scarsa luminosità comunque buona.

Resta invece identica la fotocamera frontale, da 24 megapixel.

Lo schermo di Huawei P20, però, è da 5,8 pollici, ma non OLED. Nonostante ciò però Huawei garantisce come una resa cromatica simile ed in linea con gli alti standard dei propri prodotti.

Huawei P20 e P20 Pro sono disponibili già da oggi ad un prezzo rispettivamente di 899 e 649 Euro, che alla luce delle specifiche tecniche e considerati gli standard degli altri top di gamma, ad oggi rappresentano uno dei migliori rapporti qualità-prezzo del mercato.