Automotive

Fiat Chrysler lancerà oltre 30 EV e ibridi entro il 2022

La società sta recuperando il tempo perduto, anche se non è esattamente EV-friendly.

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler non è esattamente il primo nome che viene in mente quando si pensa alle auto elettriche. Dove FordVolkswagen e altri marchi stanno basando le loro roadmap a lungo termine intorno ai veicoli elettrici, Fiat Chrysler è stata riluttante a fare più dell’ibrido occasionale. Ora, però, è pronta a recuperare il tempo perduto. Come parte di un piano quinquennale, la compagnia ha annunciato che lancerà oltre 30 veicoli con qualche tipo di elettrificazione entro il 2022, sia che si tratti di un EV completo, di un ibrido plug-in o di un ibrido convenzionale. A tal fine, sta investendo 9 miliardi di euro (10,5 miliardi di dollari) nello sviluppo di queste macchine più ecologiche.

Tuttavia, non può essere definito come un salto nel futuro. La casa automobilistica ha stimato che dal 15 al 20 percento delle vendite riguarderanno modelli con “elettrificazione pesante” come veicoli elettrici o ibridi completi. Questo è un miglioramento, ma non un cambiamento radicale nella strategia. Come ha spiegato l’amministratore delegato Sergio Marchionne, i motori a propulsione fossile sono ancora presenti nella “stragrande maggioranza” dei suoi veicoli. L’eccezione più degna di nota è la famiglia Fiat 500, in cui ibridi e veicoli elettrici puri saranno la norma per il corso.

 

La compagnia non era timida riguardo a una delle ragioni di questo conservatorismo. Lo sta facendo in gran parte per onorare gli standard di emissione più severi in tutto il mondo, compresi Stati Uniti, Europa e Cina. Se non riduce i suoi livelli complessivi di emissioni di CO2, rischia di dover smettere di vendere determinati modelli o di abbandonare interi mercati. E quando città come Parigi sperano di vietare le auto a gas negli ultimi anni, è necessario offrire qualcosa di elettrico se si vuole mantenere qualsiasi tipo di presenza in quelle aree.