Crypto

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sta indagando sulla manipolazione dei prezzi di Bitcoin

L’indagine è ancora nelle fasi iniziali

Bitcoin

Bitcoin è sempre stato un argomento controverso, soprattutto perché i prezzi della moneta decentrata aumentano e diminuiscono a ritmi molto rapidi. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sta dando un’occhiata più da vicino a ciò, aprendo un’indagine sulla manipolazione dei prezzi di Bitcoin (e di altre criptovalute), secondo un rapporto di Bloomberg .

Secondo il rapporto, gli investigatori stanno esaminando in modo specifico pratiche come lo spoofing (riempire il mercato con ordini falsi che vengono in seguito cancellati per manipolare gli altri per comprare o vendere una particolare moneta) e lavare il trading (negoziare con se stessi per falsare implicitamente una maggiore domanda del mercato) di quello che effettivamente c’è). Esistono forme di inganno presenti da molto tempo e sono state combattute all’interno  dei mercati finanziari più tradizionali, ma la mancanza di una seria regolamentazione o monitoraggio potrebbe aver dato a queste vecchie truffe un nuovo posto per prosperare.

 

Secondo il rapporto, il Dipartimento di Giustizia sta lavorando con Commodity Futures Trading Commission (CFTC), che sovrintende e regolamenta i derivati ​​della criptovaluta nelle sue indagini. Parte del problema, tuttavia, è che la CFTC può solo regolamentare i futures basati sulle monete, non sull’effettivo scambio di monete stesse. Ciò potrebbe cambiare se dall’indagine risulta che si è effettivamente verificata una frode.

La nuova inchiesta del DOJ non è il primo tentativo da parte del governo di provare a frenare anche le pratiche oscure di Bitcoin. La SEC ha dovuto lottare per diversi mesi per cercare di regolamentare meglio gli ICO poco chiari (offerte iniziali di monete), arrivando addirittura a creare un ICO falso a sé stante per aiutare a mettere in guardia contro il problema. La SEC ha anche messo in guardia le celebrità contro l’ approvazione degli ICO senza una corretta divulgazione e ha recentemente accusato un ICO fraudolento approvato da Floyd Mayweather e DJ Khaled su false affermazioni.