HardwareSmartphone e gadget

Il nuovo fornitore di schermi OLED per iPhone potrebbe arrivare dalla Cina

L’indiscrezione è stata lanciata dal Wall Street Journal

iPhone

Potrebbe arrivare dalla Cina la soluzione che consentirà ad Apple di dire addio a Samsung come fornitore esclusivo dei suoi display OLED. Al momento, la società di Cupertino si affida esclusivamente a Samsung per la fornitura dei display OLED utilizzati su iPhoneX, e lo stesso dovrebbe avvenire per i prossimi modelli di iPhone ma, a partire dal 2019, potrebbero esserci grosse novità. Si chiama BOE Technology, e si starebbe muovendo per produrre schermi OLED in grado di soddisfare le rigide richieste qualitative e quantitative di Apple: il gruppo cinese si occupa già della fornitura dei display per iPad e MacBook, e occupa i primi posti per quanto concerne la fornitura, a livello mondiale, di schermi LCD di grandi dimensioni.

 

BOE è un’azienda controllata dal governo, ed è l’unica società cinese che produce schermi per iPhone; la scelta di Apple di affidarsi a BOE consentirebbe al gruppo guidato da Tim Cook di mantenere buoni rapporti con il governo cinese e, al contempo, la Cina ne trarrebbe un grosso vantaggio, visto che aumenterebbe la sua posizione nel settore display, prevalentemente contro Corea del Sud e Giappone. L’unico e importante dubbi riguarda il fatto che BOE è specializzata nella produzione di display con tecnologia LCD e non si è mai occupata di produrre schermi OLED, molto più difficili da realizzare.