Scienza e Cultura

Gli occhiali intelligenti potrebbero trasmettere video senza utilizzare la batteria

In futuro potremo avere dispositivi indossabili che utilizzano batterie estremamente compatte.

Esiste una serie di motivi per cui gli occhiali intelligenti dotati di fotocamera non sono decollati, che si tratti di design, divieti o solo mancanza di applicazioni pratiche al di là del pubblico di nicchia. Tuttavia, c’è un tema che accomuna tutti: hanno bisogno di grandi batterie per gestire tutto lo streaming che catturano, il che porta a far diventare gli occhiali molto ingombranti. Ci potrebbe essere una soluzione a lungo termine, però. I ricercatori dell’Università di Washington hanno realizzato un metodo di streaming video che consuma fino a 10.000 volte meno di energia rispetto ai metodi tradizionali. Il trucco, a detta del team, è quello di scaricare la maggior parte del lavoro più impegnativo su un altro dispositivo utilizzando trasmissioni wireless intelligenti.

 

Le videocamere convenzionali in genere devono elaborare e comprimere i video prima di inviarli via wireless. Questo approccio collega direttamente i pixel della telecamera all’antenna wireless e utilizza backscatter(riflette i segnali trasmessi al dispositivo) per inviare i dati sotto forma di impulsi a un telefono o PC vicino che si occupa dell’elaborazione. Esistono già dispositivi che utilizzano il backscatter, ma finora non sono stati sfruttati a pieno.

 

Gli attuali occhiali prototipo sono limitati a 10 fotogrammi al secondo e a distanze fino a 14 piedi(è presente anche una telecamera di sicurezza che lavora a 13 fotogrammi al secondo). Tuttavia, gli usi pratici sono abbastanza chiari. Potresti avere occhiali intelligenti e videocamere indossabili con batterie molto più piccole o addirittura senza batteria se generano energia dai segnali radio. Questo, a sua volta, potrebbe portare a fotocamere indossabili in luoghi insoliti; gli scienziati immaginano eventi sportivi in cui ogni atleta indossa una fotocamera che non ha mai bisogno di una batteria voluminosa: le cam sportive in prima persona non sarebbero una novità al di fuori degli eventi motoristici.