Scienza e Cultura

Gli Stati Uniti puntano a ridurre notevolmente i tempi per il lancio di missili

DARPA intende velocizzare notevolmente le missioni missilistiche

Anche nell’era delle compagnie spaziali private, il processo per inviare un razzo nello spazio è molto lento: può richiedere mesi o addirittura anni la pianificazione e la preparazione di una missione. Questo andava bene quando il lancio di un qualsiasi razzo rappresentava un’occasione speciale, ma DARPA pensa che l’industria possa fare decisamente meglio. L’agenzia di ricerca militare ha recentemente dato il via a una sfida di lancio che incoraggia le aziende a ridurre significativamente i tempi necessari, “da anni a giorni”.

I team dovranno sviluppare sistemi in grado di lanciare due missili a bassa orbita terrestre in siti diversi a pochi giorni l’uno dall’altro e con un preavviso minimo. Sapranno solo dove sarà collocato il primo sito di lancio entro “poche settimane” e impareranno a conoscere il carico utile pochi giorni prima del blastoff.

I tempi per partecipare alla sfida sono tutt’altro che lunghi: la competizione vera e propria avrà luogo verso la fine del 2019; ci sarà un forte incentivo per accelerare, dato che DARPA mette a disposizione 10 milioni di dollari per il primo premio, 9 milioni e 8 milioni rispettivamente per il secondo e il terzo posto, e ogni squadra che completerà il primo lancio riceverà 2 milioni di dollari. E non si tratta solo di raggiungere obbligatoriamente una determinata velocità: i funzionari, infatti, giudicheranno i lanci non solo sulla tempestività, ma sulla precisione del lancio, sulla natura del carico utile e sulla massa del razzo.

 

La sfida è chiaramente utile per i militari, che potrebbero sfruttare i ridotti tempi di lancio per il lancio di satelliti di spionaggio e comunicazione nel momento stesso in cui sono necessari. Tuttavia, i risultati della sfida potrebbero aiutare con lanci di ogni tipo in futuro. L’attuale sistema è assolutamente impraticabile per il turismo spaziale, in cui sarebbero necessari frequenti lanci per migliorare le economie di scale rendendo vagamente accessibili i viaggi.