Scienza e CulturaSmartphone e gadget

iOS 12 blocca GrayKey, la scatola che sblocca gli iPhone

La nuova versione del sistema operativo ha chiuso fuori il tool che consentiva lo sblocco dei melafonini, per ora.

GrayKey

Braden Thomas, ex ingegnere della sicurezza di Apple e Justin Fisher, ricercatore senior presso Endgame, nel 2017 diedero vita a Grayshift, società alle spalle di GrayKey, la cosiddetta “scatola magica” in grado di sbloccare gli iPhone. Secondo fonti attendibili, sembra che l’accessorio non funzioni più, poiché iOS 12 avrebbe chiuso fuori il tool.

 

GrayKey, per i meno informati, era in grado di sbloccare gli iPhone protetti da password, e sarà ancora in grado di farlo con quelli su cui è installato iOS 11 o una versione del sistema operativo precedente. La scatola viene venduta a prezzi che vanno dai 15 ai 20 mila euro, a seconda della versione richiesta, ed è stata distribuita, fino a questo momento, esclusivamente alle forze dell’ordine e ai dipartimenti di polizia.

 

Stando a Forbes, iOS 12 avrebbe preso le contromisure rispetto a GrayKey, e sarebbe quasi completamente immune da questi sblocchi forzati. Andando un pò più nello specifico, a testimoniare ciò è stato il capitano John Sherwin del Minnesota, testimoniando che la scatola magica non consente più di accedere a tutti i dati contenuti all’interno degli iPhone bloccati sui quali è presente iOS 12.

 

La possibilità di estrarre ancora qualche informazione esiste, ma non è più come prima poiché, spiega l’ufficiale, allo stato attuale è possibile solo un’estrazione parziale dei dati, come file non crittografati, oltre a non poter più leggere alcuni metadati.

 

Resta da capire se la società riuscirà nuovamente a violare le rigide protezioni del sistema operativo mobile di Apple.