Scienza e Cultura

L’intelligenza artificiale riconosce un ricercato cinese tra 60.000 persone

L’AI è riuscita ad identificare il ricercato tra una folla composta da 60.000 persone

In Cina, un uomo è stato arrestato, grazie all’intelligenza artificiale, mentre partecipava ad un concerto al quale erano presenti circa 60.000 persone. L’AI è riuscita, tramite l’impianto di sorveglianza, ad identificare il ricercato attraverso il volto: le forze dell’ordine erano a caccia della persona per alcuni reati finanziari non meglio specificati, anche se si vocifera possa essersi trattato di uno schema Ponzi che fruttava diversi miliardi di Euro.

Molti pensano che misure tecnologiche così drastiche vengano impiegate solo per i casi più gravi, ma in Cina non è così, considerando che si tratta di un paese tutt’altro che rispettoso della privacy dei propri cittadini.