Scienza e Cultura

L’intelligenza artificiale supera i medici nell’individuazione del cancro alla pelle

L’algoritmo rende più facile e veloce ottenere una diagnosi precoce

Intelligenza artificiale

Nello scorso mese di gennaio gli scienziati hanno riferito che l’intelligenza artificiale era quasi altrettanto efficace nell’identificare il cancro della pelle quanto i dermatologi. Ora, meno di 18 mesi dopo, è ancora meglio. In un esperimento tra una rete neurale convoluzionale di apprendimento profondo (o CNN) e 58 dermatologi, i ricercatori hanno scoperto che i dermatologi identificavano con precisione l’86,6% dei tumori della pelle da una gamma di immagini, rispetto al 95% della CNN. Il primo autore dello studio, Holger Haenssle dell’Università di Heidelberg, ha affermato che la CNN ha mancato un minor numero di melanomi, “il che significa che aveva una sensibilità superiore a quella dei dermatologi“. Ha aggiunto che ha diagnosticato erroneamente meno talpe benigne come il melanoma maligno, che alla fine si tradurrebbe in un intervento chirurgico meno inutile.

 

 

All’intelligenza artificiale è stata insegnato a distinguere le pericolose lesioni cutanee da quelle benigne dopo aver mostrato più di 100.000 immagini. Secondo il team, il sistema renderà la diagnosi precoce del cancro della pelle più veloce e più facile, aiutando i medici a intervenire prima che la malattia si diffonda. Mentre l’AI è ancora in fase di test, e probabilmente sarà inizialmente limitata all’uso professionale, è il genere di cosa che potrebbe finire nel mercato consumer come strumento diagnostico da casa. Essere in grado di controllare le condizioni sospette della pelle a casa placherà le paure e impedirà viaggi inutili all’ambulatorio medico, il che avrebbe indubbiamente un impatto positivo sui sistemi sanitari a livello globale.