Scienza e Cultura

Il leader della NSA crea una task force per combattere gli attacchi informatici russi

SI punta a contrastare un grande nemico digitale

NSA

Nonostante il presidente ha affermato che la Russia ha smesso di hackerare gli Stati Uniti, i funzionari dell’intelligence la pensano diversamente, e stanno intensificando la loro lotta contro la minaccia in atto. NSA e il capo della task force che si occupa degli attacchi digitali Paul Nakastone, hanno creato un team dedicato per affrontare le minacce online dal regime di Putin. Anche se non sono stati forniti dettagli su cosa avrebbe fatto il gruppo, è stato detto che sarebbe stato in linea con ciò che le agenzie di intelligence hanno fatto sin dalle elezioni presidenziali del 2016. In breve: stanno dedicando ulteriore energia alla prevenzione di un nuovo hacking diffuso come avvenuto due anni fa.

 

Se gli Stati Uniti hanno deciso di “stare ai margini” e non hanno concentrato la propria energia sui nemici digitali come Russia e Cina, hanno rischiato di lasciare che quegli avversari modellassero il campo di battaglia virtuale. “Mettono a repentaglio” le elezioni, alimentano le tensioni sociali e rubano informazioni sensibili, ha detto Nakasone – avete bisogno di persone che possano affrontarle “su una base continua”. Non è scioccante che Nakasone abbia intrapreso questa strada. E’ un generale dell’esercito a quattro stelle che gestisce sia l’NSA che un Cyber Command recentemente creato. Se è probabile che qualcuno si concentri sulle minacce di determinati paesi e veda il quadro più ampio della sicurezza online, è lui.