Scienza e CulturaWeb

Addio a Paul Allen: il co-fondatore di Microsoft si è spento a 65 anni

Si stima abbia donato più di 2 miliardi di dollari in attività filantropiche

Paul Allen

Colui che fondò Microsoft insieme a Bill Gates, Paul Allen, è morto nel pomeriggio di ieri a causa delle complicazioni sopraggiunte per un tumore ai linfonodi. Allen, filantropo, aveva 65 anni, e aveva dichiarato di aver avuto una ricaduta del linfoma non Hodgkin un paio di settimane fa, affermando però di essere fiducioso circa l’esito dei nuovi trattamenti cui si sarebbe sottoposto.

 

Paul Allen, nel 1975, fondò, insieme a Bill Gates, quella che può definirsi a tutti gli effetti la maggiore software house al mondo, Microsoft, azienda che avrebbe avuto un enorme impatto nell’informatica e sulla diffusione dei computer in tutte le case.

 

Allen decise per la prima volta di lasciare il colosso di Redmond nel 1983, dopo la sua prima diagnosi di tumore, che riuscì però a tenere sotto controllo seguendo alcune terapie. Successivamente, decise di investire, con successo, attraverso la sua società Vulcan avviata nel 1986. Secondo le stime, Allen sembra abbia donato complessivamente più di 2 miliardi di dollari in attività benefiche, di ricerca e per l’istruzione.