Smartphone e gadget

Il mercato degli smartphone in Cina registra il suo più grande calo

La saturazione del mercato potrebbe causare notevoli problemi a molte aziende del settore.

Xiaomi

Non c’è dubbio che l’industria cinese degli smartphone stia attraversando una fase difficile, ma era difficile prevedere un peggioramento così grave. Canalys ha stimato che le spedizioni di smartphone nel paese sono crollato del 21% anno su anno, e nel primo trimestre del 2018 si è registrato il calo più grave dal 2013. Quasi tutte le aziende hanno visto diminuire le loro spedizioni, con Oppo e Vivo che hanno registrato il peggior risultato con un calo del 10%. Gionee, Meizu e Samsung hanno spedito meno della metà dei dispositivi. Persino Huawei, azienda favorita, è cresciuta di soli 2 punti percentuali.

L’unica azienda a sfidare la tendenza è stata Xiaomi, le cui spedizioni sono aumentate del 37%. Questo non è del tutto sorprendente: è stato l’unica tra i primi cinque a soddisfare il livello di ingresso iniziale(meno di $ 160), e ha affrontato il segmento high end lanciando sia Mi Mix 2S che Mi 6X.

 

Per quanto riguarda la regione? Se chiedi a Canalysis, è semplice: c’è un “senso di stanchezza”. La feroce concorrenza in Cina ha portato le aziende a imitare le strategie di lancio degli altri, ma solo le più grandi aziende sono in grado di gestirle; le società più piccole potrebbero non sopravvivere a lungo termine.

Canalys si aspetta che la Cina si riprenda nel secondo trimestre, soprattutto ora che sono disponibili dispositivi di fascia alta come la serie P20 di Huawei. Detto ciò, il gruppo di analisti riconosce che il futuro potrebbe essere roseo: è un avvertimento su un possibile periodo di consolidamento in cui le aziende raddoppiano la ricerca e lo sviluppo anziché concentrarsi su campagne di marketing a tutto campo. Il mercato della telefonia si sta rapidamente saturando, e potrebbero non esserci molte aziende che possano pagarne le conseguenze.