Web

I dispositivi Android collezionano molti più dati rispetto ad iOS

A rivelare i dati è un nuovo documento di ricerca

Secondo i dati pubblicati da un documento di ricerca diffuso nelle scorse ore, i dispositivi Android inattivi invierebbero a Google quasi dieci volte il numero di dati condivisi sui server Apple dai device iOS. Un telefono Android con Chrome, durante questi test effettuati in background, ha inviato dati sulla posizione degli utenti per ben 340 volte nel giro di 24 ore, ovvero circa 14 volte all’ora. A condurre la ricerca è stato il professor Douglas Schmidt della Vanderbilt University.

iOS

I dati sulla posizione, si legge nel documento, rappresentano circa il 35% delle informazioni che vengono condivise con i server del gigante della ricerca; i telefoni Android inattivi con Chrome in background, inoltre, inviano i dati a Google ad una velocità circa 50 volte superiore a quella degli iPhone con il browser Safari in esecuzione in background.