Web

Anonymous attacca i siti delle Università italiane

Il gruppo di hacktivisti ha mantenuto fede alle promesse

Anonymous

Anonymous aveva annunciato durante le scorse ore che sarebbe stata una settimana nera per la sicurezza informatica ed è prontamente passato dalle parole ai fatti. Il gruppo di hacktivisti legati ad Anonymous Italia infatti, ha diffuso nomi e password sia di utenti che di amministratori di alcune Università italiane, tra cui quella di Cosenza e Verona, la Facoltà di Fisica di Roma e l’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno.

 

Per rivendicare l’attacco, come da prassi, il gruppo ha pubblicato un post sul blog ufficiale, contenente anche dei link per accedere alla lista dei dati. Anonymous ha precisato che si tratta solo del primo di una serie di attacchi che avranno termine il 5 novembre. E’ la prima volta che un attacco vede coinvolti contemporaneamente tre gruppi: Anonymous Italia, Lulz Security Italia e AntiSecurity Italia.