Web

Apple ai dipendenti: trapelano troppe informazioni sui prodotti futuri

La società di Cupertino condanna fermamente i leakers interni

La società guidata da Tim Cook ha messo in guardia i propri dipendenti, esortandoli ad evitare nella maniera più assoluta di spifferare qualsiasi genere di informazione riguardo i piani futuri dell’azienda. Chiunque rivelerà piani sugli sviluppi, rischierà un’azione legale da parte di Apple.

Ironia della sorte, il memo è stato inviato proprio da qualche dipendente del colosso di Cupertino ad un giornalista di Blomberg, tale Mark Gurman; quest’ultimo fa sapere che l’appunto è stato diffuso da Apple sul blog interno, e indica come siano stati identificati 29 leakers che hanno contribuito alla fuga di notizie. 12 di queste persone sono state arrestate. Il comunicato, recita “non solo hanno perso il lavoro ma potrebbero avere molte difficoltà a trovare impiego altrove”.

La fuga di informazioni interne sottolineano i vertici della mela, possono avere un impatto negativo sulle vendite degli attuali modelli, nonché fornire alla concorrenza dettagli che consentano loro di preparare reazioni competitive: “Vogliamo avere la possibilità di comunicare ai nostri clienti perché un prodotto è grandioso e non fare in modo che questo sia fatto male da qualcun altro” scrive nel memo Greg Joswiak, Vice President Product Marketing di Apple.