Web

Corte di Giustizia Europea: fornire Sim con servizi pre-attivati è una pratica sleale

Importante sentenza riguardante la pratica messa in atto da molto operatori

Corte di Giustizia Europea SIM

La Corte di Giustizia Europa, nei giorni scorsi, ha emesso quella che può definirsi un’importantissima sentenza che riguarda le pratiche messe in atto da tutti, o quasi, gli operatori telefonici che, insieme alle SIM, forniscono una serie di servizi pre-attivati.

Questa consuetudine è stata classificata dalla Corte di Gustizia come scorretta ed aggressiva, nonché come “fornitura non richiesta”; la pratica, infatti, è stata in grado di ledere un fondamentale diritto degli utenti, ovvero quello che prevede di ricevere un’informazione trasparente, sotto tutti i punti di vista, relativamente a ciò che si acquista e alle relative caratteristiche.

 

 

Alla luce di quanto detto, la Corte di Giustizia Europea ha sottolineato come sia competenza dell’Antitrust emettere sanzioni relative a infrazioni di questo tipo. Soddisfatto Emilio Viafora, Presidente della Federconsumatori:

“Un passo avanti importante nella tutela dei cittadini, che sgombra il campo da ricorsi pretestuosi utili solo ad allungare i tempi del giudizio attraverso un continuo rimpallo di responsabilità.”