Web

Il CEO di Eolo si sfoga su Facebook e accusa Linkem

Luca spada utilizza il social network per sfogarsi, in attesa di una conferenza stampa

EOLO

Il giorno 4 dicembre, a Luca Spada, CEO di EOLO, sono stati revocati gli arresti domiciliari a cui era stato sottoposto a seguito dell’interrogatorio avvenuto il giorno 30 novembre.

 

In occasione dell’interrogatorio, il numero uno di EOLO, mostrò al gip i documenti che avrebbero dovuto far luce sulla vicenda relativa all’accusa di illecito.

 

Stando al gip Piera Bossi, non sussistono più le esigenze di custodia, seppur i capi d’accusa relativi alla truffa pluriaggravata e furto di radiofrequenze non autorizzate e turbata libertà dell’esercizio di un’industria, non siano caduti ancora.

 

Luca Spada, subito dopo il rilascio, ha deciso di postare su Facebook uno sfogo.

Torno uomo libero dopo 1 settimana di privazione della cosa più preziosa che un uomo ha: la libertà personale, sancita e…

Pubblicato da Luca Spada su Martedì 4 dicembre 2018