Web

Secondo Facebook, Cambridge Analytica potrebbe non aver avuto accesso ai dati utente dell’UE

L’azienda desiderava solo informazioni sugli utenti americani da utilizzare nelle campagne politiche statunitensi

Facebook

Anche dopo la chiusura di Cambridge Analytica avvenuta nei primi giorni di maggio, Facebook sta ancora rispondendo alle domande circa i dati che ha messo nelle mani della società. In un’audizione con i legislatori dell’Unione Europea, due dirigenti del social media titan hanno dichiarato che, per quanto a loro conoscenza, nessuna informazione degli utenti dell’UE è stata condivisa con Cambridge Analytica.

 

Facebook non ha potuto affermarlo in modo definitivo, in quanto deve ancora condurre una verifica interna, che eseguirà dopo che il garante della privacy del Regno Unito avrà concluso la propria indagine, secondo Bloomberg. Ma sulla base dell’analisi e della testimonianza della società da parte del Dr. Aleksandr Kogan, il ricercatore che ha consegnato i dati degli utenti a Cambridge Analytica in primo luogo, la prima conclusione di Facebook è che non sono state incluse le informazioni degli utenti europei. Ciò è dovuto principalmente al fatto che l’azienda desiderava che solo i membri americani del social network di Mark Zuckerberg vedessero le campagne pubblicitarie politiche statunitensi.