Web

Fatturazione a 28 giorni: rimborsi incerti

Si allungano i tempi per i rimborsi relativi alla fatturazione a 28 giorni da parte di TIM e Vodafone

fatturazione 28 giorni

In questi giorni si sta facendo un gran parlare dei rimborsi di TIM e Vodafone per quanto riguarda la fatturazione a 28 giorni. L’AGCOM ha imposto a tutti di tornare a quella mensile, nonché di restituire l’importo extra percepito in modo tutt’altro che corretto.

 

Dopo una fase in cui sembrava che gli operatori fossero propensi ad erogare quanto dovuto senza problemi, giunge, a sorpresa, la decisione da parte di Vodafone e TIM di impugnare la sentenza. Il Segretario Generale di Movimento Consumatori, Alessandro Mostaccio, ha commentato duramente l’accaduto:

 

Abbiamo appreso che TIM e Vodafone, nonostante cause perse e condanne dell’AGCOM, confermate dal TAR Lazio, non si arrendono e anche se non sono state ancora pubblicate le motivazioni con le quali il TAR dà ragione all’Autorità, procedono tamburo battente a impugnare una sentenza di cui conoscono solo il dispositivo.

Se avevamo ancora qualche speranza che la sentenza del TAR riconducesse a ragione le TELCO, le notizie apprese ci confermano che si continuerà una guerra contro tutti, in cui l’unico obiettivo sarà quello di lasciare l’amministratore delegato di turno con il cerino in mano nel momento in cui (e non manca molto) correranno i titoli di ‘coda’. Ora ci auguriamo che Wind Tre e Fastweb non seguano le orme di TIM e Vodafone e rispettino le delibere AGCOM.

 

Allo stato attuale, quindi, non è dato sapere quando questa faccenda verrà risolta, ma certo è che si arricchisce di un nuovo capitolo che non farà certo felici i clienti.