Web

Federconsumatori si scaglia contro le rimodulazioni degli operatori

Finalmente qualcosa sembra muoversi.

Federconsumatori

Sono giorni molto caldi, non solo dal punto di vista climatico, ma anche per quanto concerne i continui annunci di rimodulazione delle tariffe da parte di tutti gli operatori, sia fissi che mobili. La situazione, leggendo i vari forum e parlando con la maggioranza dei clienti, ha raggiunto un livello insostenibili, dopo gli assurdi aumenti concepiti, in primis da Vodafone, che nel giro di poche settimane ha rialzato per bene due volte i prezzi. Tutto questo rumore ha raggiunto anche Federconsumatori, che ha accolto le migliaia di lamentele provenienti dai clienti e, attraverso una nota, si è detta pronta a segnalare all’Antitrust tali comportamenti:

“Alla luce di questa ennesima modifica delle condizioni applicate ai clienti, chiederemo a AGCOM e ai rappresentanti del Parlamento un incontro urgente per predisporre una normativa sulle modifiche unilaterali del contratto che sia più attenta ai diritti dei cittadini e meno aperta a possibili abusi da parte delle compagnie”.

Se è assolutamente vero che le compagnie sono libere di modificare unilateralmente i contratti, aumentandone le tariffe, dando agli utenti la possibilità di svincolarsi senza incorrere in alcuna penale, è altrettanto vero che gli utenti si sono scocciati di dovere effettuare continue portabilità per cercare di ottenere un prezzo conveniente. E’ altrettanto incredibile che nessuno prenda provvedimenti e consenta agli operatori di trattare i propri clienti come carne da macello.