Smartphone e gadgetWeb

Google aggiunge il supporto alla realtà virtuale in Chrome

Esperienze di navigazione sempre più coinvolgenti anche dalla poltrona di casa.

L’ultima versione di Google Chrome, identificata dal numero di versione 66 e rilasciata qualche giorno fa, ha portato con se, silenziosamente, il supporto per Oculus Rift; da questo momento, è possibile quindi utilizzare il dispositivo a realtà aumentata per navigare sul Web, nonché utilizzare applicazioni WebVR compatibili. Il supporto di Rift è stato notato per la prima volta da alcuni appassionati utenti sul social Reddit, i quali hanno notato la nuova funzione nella sezione “Esperimenti” nascosta all’interno del browser. Al momento, il supporto per Rift all’interno di Chrome è disponibile solo per la versione Windows 10 del browser di Google: questa scelta è perfettamente logica, dato che le web app VR non funzioneranno su un Oculus che è collegato a un Mac.

 

Fino ad ora, le esperienze di realtà aumentata sul web sono state per lo più relegate alla versione mobile di Chrome; Google ha iniziato lo scorso anno, aggiungendo il supporto per i telefoni Android. Certo, non è disponibile una grossa quantità di contenuti specificatamente progettati per la visualizzazione di siti Web VR, ma proprio questa settimana il colosso della ricerca ha lanciato una nuova iniziativa, in collaborazione con CyArk, per la scansione laser senza scopo di lucro, con l’obiettivo di creare esperienze coinvolgenti intorno a siti storici in pericolo di estinzione, per preservare monumenti, strutture e altri tesori storici a rischio del mondo. Tali esperienze funzionano su dispositivi mobili VR, ma anche su desktop, il che significa che potresti usare Rift per esplorarle dal tuo browser Windows Chrome.