Web

Google: l’intelligenza artificiale per le chiamate si presenterà per farsi identificare

L’utente saprà che sta parlando con un’intelligenza artificiale

Google Duplex

Dopo un’impressionante demo mostrata nel corso della conferenza dedicata agli sviluppatori, in cui il sistema d’intelligenza artificiale di Google, Duplex, ha chiamato un ristorante e un salone per fissare gli appuntamenti, una delle grandi domande riguardava l’etica della tecnologia. La voce di Google Assistant è stata migliorata per avvicinarsi sempre di più ad un essere umano, inserendo espressioni come “umms” e “ah” nella conversazione mentre una persona dall’altra parte sembrava non essere consapevole del fatto che stessero parlando con un software. Come candidato al Test di Touring è stato impressionante, ma sarebbe bello sapere se la “persona” che ci ha appena chiamato ha un battito cardiaco e un cantante preferito.

In una dichiarazione, un portavoce di Google ha dichiarato che “la trasparenza” è una parte fondamentale della tecnologia e: “Stiamo progettando questa funzionalità con la divulgazione integrata e ci assicureremo che il sistema sia identificato in modo appropriato.” Vedremo quale sarà l’aspetto di questa tecnologia quando Duplex si presenta come test dell’Assistente di Google questa estate.

Google: Comprendiamo e apprezziamo la discussione su Google Duplex, come abbiamo detto fin dall’inizio, la trasparenza della tecnologia è importante. Stiamo progettando questa funzionalità con la divulgazione integrata e ci assicureremo che il sistema sia identificato in modo appropriato. Ciò che abbiamo mostrato all’ I/O è stata una delle prime demo tecnologiche e non vediamo l’ora di incorporare il feedback mentre lo sviluppiamo in un prodotto.