Web

Google sospende lo sviluppo di Allo

Il servizio, che non è mai decollato, viene messo in “pausa” da Google

Se hai utilizzato l’app di messaggistica di Google, Allo, è probabilmente il momento giusto per iniziare a pensare di passare a qualcos’altro. Anil Sabharwal, di Google, ha preso la decisione di bloccare gli investimenti dedicati ad Allo e spostare il team sull’app Messaggi di Android.

La mossa risulta quasi obbligatoria, considerando che l’azienda di Mountain View si sta concentrando quasi completamente su RCS(Rich Communication Services): il servizio si chiamerà semplicemente “Chat” e una volta lanciato, Google vuole utilizzare quante più risorse possibili per assicurarsi che, questa volta, Android abbia finalmente un’app di messaggistica di successo; “il prodotto, nel suo complesso non ha raggiunto il livello che speravamo. Ci eravamo prefissati di avere centinaia di milioni di persone entusiaste di utilizzare(Allo) ma, allo stato attuale, non ci sentiamo di dire di aver raggiunto l’obiettivo”.

Per gli utilizzatori di Allo, precisano da Google, l’app continuerà a funzionare regolarmente, e l’azienda, in qualche modo, continuerà a supportarla; Google non ha preso alcuna decisione definitiva su cosa fare dell’app: “Vogliamo fare il bene degli utenti. Vogliamo prendere le giuste decisioni e non intendiamo affrettare nulla”, afferma Sabharwal. La necessità prioritaria è stata quella di trasferire il team sull’applicazione “Messaggi” di Android, e così sta succedendo.