Web

Le Simbox Iliad rispettano le norme antiterrorismo

Le SIM vengono attivate SOLO dopo la verifica dei dati

Iliad

La sicurezza delle Simbox Iliad è stata al centro di numerose notizie nei giorni scorsi, finendo per coinvolgere anche la politica, che non sembra affatto conoscere il processo di attivazione di una nuova SIM del gestore francese. Come spiegato sin dal suo lancio, il processo di attivazione di una nuova SIM Iliad tramite Simbox è sicuro e semplice: chi desidera attivare una nuova utenza attraverso il totem, una volta avviato il processo di richiesta, dovrà scansionare un proprio documento d’identità e registrare un video; solo una volta fatto ciò, la scheda verrà emessa.

 

Il punto cruciale, che sembra non essere chiaro alla maggior parte delle persone, è che la SIM emessa dalle Simbox è, inizialmente, inattiva! L’azienda, infatti, una volta raccolte tutte le informazioni attraverso la Simbox, le passa ad un operatore che provvedere a controllarne la congruenza tra quanto dichiarato e i dati e le foto forniti durante la registrazione del video. Solo dopo che tutto sarà manualmente verificato, la SIM verrà attivata, come confermato in più occasioni da Iliad. A confermare la veridicità di quanto affermato, ci sono le lamentele di molti utenti che hanno segnalato la mancata attivazione per incongruenza dei dati forniti: è proprio a causa del controllo remoto che la SIM, una volta emessa, può risultare attiva tanto dopo 10 minuti che nel giro di diverse ore.