Web

Instagram inizia i test per la funzionalità di pagamento in-app

Il social network fotografico punta a facilitare gli acquisti

Instagram

Con oltre un milione di inserzionisti e 25 milioni di aziende, l’ultima funzionalità che Instagram inizierà a sperimentare a breve non sorprenderà.  Come riferito da TechCrunch, alcuni utenti selezionati hanno iniziato a visualizzare una funzionalità per lo shopping: consentirà l’inserimento dei dettagli del pagamento direttamente nell’app, insieme ad un PIN per aumentare il livello di sicurezza; il nuovo strumento è disponibile nelle impostazioni del profilo alla voce “impostazioni di pagamento”.  Una volta completata la configurazione, è possibile utilizzare la funzione per effettuare pagamenti anticipati per prenotazioni in luoghi come saloni o centri benessere. Instagram ha confermato l’indiscrezione e afferma che in futuro lo strumento potrebbe essere utilizzato per una serie di servizi, come prenotare i biglietti del cinema. Mentre la famosa app per la condivisione di foto e video offre già opportunità di acquisto tramite elementi contrassegnati mostrati in un’immagine, effettuare un acquisto comporta attualmente la navigazione in una pagina di pop-out e il completamento di vari passaggi, inclusa l’immissione dei dettagli di pagamento per ogni nuovo commerciante.

 

 

Ma la nuova funzione in-app è maggiormente integrata e mantiene gli utenti all’interno dell’app senza la necessità di dirottare l’utente in una nuova finestra per il pagamento. Per gli utenti, il l’integrazione del pagamento nell’app per completare una transazione apporterà maggiore praticità e, con i dettagli di pagamento già archiviati, comporterà un minor numero di passaggi di acquisto per ogni azienda, aprendo la strada a un’esperienza di acquisto più uniforme. Gli acquirenti possono anche visualizzare un report dei loro acquisti in pochi tocchi. Instagram ha segnalato la propria intenzione a marzo dello scorso anno di consentire la prenotazione di servizi direttamente dai profili, ma al momento non ha detto nulla sui pagamenti nativi.

 

Analizzando i commenti della società, al momento, sembra che il test per i pagamenti in-app siano arrivati un po ‘più tardi del previsto. Ma ora che la versione di prova è attiva, potrebbe non passare molto tempo prima che venga implementata nell’intera comunità di Instagram, marchi e attività commerciali inclusi. Integrare il commercio in maniera più profonda nelle app dei social media offre potenzialmente enormi vantaggi per le aziende che stanno dietro le app e quelle che vendono prodotti.

La piattaforma rivale Snapchat ha iniziato recentemente a offrire alle aziende l’opportunità di vendere prodotti direttamente attraverso un filtro Snapchat.