Web

Mark Zuckerberg andrà a Bruxelles per rispondere al Parlamento europeo

L’amministratore delegato di Facebook è diretto in Europa “il prima possibile”

Mark Zuckerberg

Zuckerberg, che ha già testimoniato le pratiche e le politiche sui dati di Facebook con un centinaio di legislatori statunitensi durante un’intensa due giorni nel mese di aprile, andrà a Bruxelles per rispondere alle domande dei membri del Parlamento europeo, l’organo di governo dell’UE. A differenza del suo viaggio a Washington, questo incontro sarà a porte chiuse e senza stampa, in un’udienza che non diverrà quindi uno spettacolo pubblico come avvenuto in occasione del Congresso.

La Conferenza dei presidenti ha convenuto che Mark Zuckerberg dovrebbe venire a chiarire le questioni relative all’uso dei dati personali in un incontro con i rappresentanti del Parlamento europeo“, ha scritto europeo. “I nostri cittadini meritano una spiegazione completa e dettagliata.

Abbiamo accettato la proposta del Consiglio del Presidente di incontrare i leader del Parlamento europeo e apprezzare l’opportunità di dialogo, ascoltare le loro opinioni e mostrare i passi che stiamo compiendo per proteggere meglio la privacy delle persone“, ha detto un portavoce di Facebook in una dichiarazione .

Non è ancora noto quando Zuckerberg farà  questo viaggio, ma Tajani ha detto che sarà “il prima possibile, speriamo già la prossima settimana“. E’ importante ricordare che Zuckerberg ha rifiutato più inviti per rispondere alle domande prima dei regolatori britannici, optando invece per un incontro più ampio con i leader di numerosi paesi europei. E’ molto probabile che il numero uno di Facebook dovrà affrontare molte domande sul GDPR, le nuove leggi europee sulla politica dei dati , che entreranno in vigore il prossimo venerdì 25 maggio.