Web

Un conducente Uber di Denver uccide il passeggero per presunta autodifesa

E’ un incubo per tutti i soggetti coinvolti

Uber

Un autista di Uber a Denver è stato arrestato per un’indagine sulle accuse di omicidio di primo grado dopo aver ucciso il suo passeggero la mattina del 1° giugno. Michael Hancock ha detto a un testimone che ha sparato al suo cliente, Hyun Kim, diverse volte per autodifesa dopo essere stato attaccato mentre era in autostrada. Uber ha detto che non è stato in grado di fornire dettagli sull’indagine, ma ha notato che stava aiutando la polizia e aveva revocato l’accesso di Hancock alla sua app di guida.

Indipendentemente dal fatto che le affermazioni di Hancock siano accurate, stava violando le politiche di Uber portando in primo luogo una pistola. Uber proibisce a conducenti e passeggeri di trasportare armi da fuoco nella maggior parte degli stati (con eccezioni per gli stati che vietano queste restrizioni), e la compagnia ha confermato che la sua posizione di non portare armi viene applica in Colorado.

 

Non è sicuro che Hancock dovrà affrontare accuse e la capacità dell’azienda di prevenire l’incidente è complicata; non avrebbe potuto impedire a Hancock di introdurre una pistola nel veicolo.