Web

Un malware Android torna su Google Play semplicemente cambiando nome

Il sistema di sicurezza che dovrebbe vigilare sulla app si è rivelato poco efficace.

Android

Google si è impegnato molto per contrastare i malware per il sistema operativo Android nel corso degli ultimi mesi, ma evidentemente gli sforzi profusi non sono ancora sufficienti. Recentemente Symantec ha scoperto sette app dannose rimosse in precedenza che sono state nuovamente pubblicate su Google Play semplicemente utilizzando un nome diverso. I titoli erano mascherati come app per la produttività e usavano persino le immagini ufficiali di Google per nascondere le loro origini, ma la loro reale natura era tutt’altro che benevola. Non è chiaro come siano passate inosservate, poiché Google, interrogato sull’accaduto, ancora non si è pronunciato. I risultati sono leggermente sconcertanti: anche se non è raro che del malware varchi i confini di Google Play, raramente torna nello store senza alcuna modifica sostanziale (in teoria, un cambio di nome non dovrebbe essere sufficiente per essere approvato!).