Web

WhatsApp: nuova truffa che sottrae credito, ma la colpa è degli utenti

La popolare app di messaggistica è teatro di una nuova truffa

WhatsApp

Nonostante le critiche da parte, soprattutto, degli utenti più esigenti che richiedono a gran voce nuove funzionalità, WhatsApp è, almeno per numero di utilizzatore, l’app in assoluto più utilizzata nel suo segmento.

La sicurezza, per applicazioni del genere, dovrebbe essere uno dei punti principali, ma nessuna app è immune a problemi, e quella di cui parliamo non fa certo eccezione. Molto spesso, però, si accusa di uno scarso livello di sicurezza lo sviluppatore quando, invece, il problema principale sono gli utenti, prevalentemente quelli boccaloni che non fanno altro che alimentare inutili quanto controproducenti catene di S.Antonio.

Negli ultimi giorni, moltissimi utenti si sono lamentati di alcune truffe, come altri hanno accusato WhatsApp di sottrarre soldi dal credito residuo, indipendentemente dall’operatore utilizzato. L’ultima, in ordine cronologico, promette una ricarica da 5 euro a tutti, senza alcuna distinzione in merito al gestore di provenienza.

Il messaggio incriminato contiene un link che porta ad una pagina nella quale immettere il proprio numero di telefono per ricevere un fantomatico regalo. Così facendo, gli utenti non faranno altro che attivare una sottoscrizione di abbonamenti a pagamento che fanno capire quale sia la motivazione del credito esaurito così all’improvviso.